ALESSANDRO LA MOTTA

PITTORE

#NAXED #AlessandroLaMotta #ArteSenzaCensura

BIOGRAFIA

Alessandro La Motta è nato a Rimini dove vive e lavora. Ha esposto con sue mostre personali in Italia e in ambito internazionale: Istituto Italiano di Cultura e galleria Forma libera, Barcellona Spagna; Galleria Lubelski, New York Usa; al Parlamento Europeo, Bruxelles Belgio; presso la Tongjii University – Expo Universale, Shangai Cina e residenze d’artista a Hebron, in Palestina e Gerusalemme, Israele; a Ziguhinchor e Dakar in Senegal. Ha esposto dal 1991 in numerose gallerie italiane e i fiere internazionali, sia con mo-stre personali che collettive. Collabora da anni con poeti e scrittori con i quali ha realizzato libri d’artista e edizioni d’Arte.

Ha firmato le scenografie per spettacoli teatrali. Da anni va cercando attraverso i miti e la bellezza del mondo classico, l’identità medi-terranea. Il suo lavoro recente è stato esposto in musei archeologici e in istituzioni pubbliche.

Nel 2011 è invitato alla 54a Biennale di Venezia per il Padiglione Italia nella sezione dell’Emilia Romagna presso Palazzo Pigorini di Parma, curata da Vittorio Sgarbi Nel 2014 Attraverso la mostra Il mito il viaggio la passione presso la Domus del Chirurgo a Rimini, si confronta con un’imponente spazio archeologico, mettendo a fuoco il suo pensiero sul mondo classico. Viene invitato per Augusto e l’Impero, le celebrazioni del bimillenario augusteo con una mostra personale presso il Palazzo della Cultura di Catania.

Nel 2015 per I-Art, polo diffuso per l’arte contemporanea porta Dee eroi e muse della bellezza presso il Centro Espositivo Monte Prestami di Piazza Armerina. La mostra in collaborazione con il Museo Regionale Villa del Casale di Piazza Armeri-na e vede la presenza in contemporanea di alcune opere al Museo Regionale di Ai-done e al Museo Interdisciplinare di Enna.

Nel 2017 dalla collaborazione con l’archeologa Serena Raffiotta, parte un nuovo ciclo di mostre dal titolo Dalle dee madri ai miti della rinascita, ospitata presso il Museo Archeologico Regionale di Gela, accostando le sue opere ai reperti archeologici in un imponente allestimento all’interno delle teche. La mosta approda poi al Museo Archeologico di Lentini e presso il Palazzo Bene-ventano di Lentini in collaborazione con il Museo Archeologico di Lentini e la So-printendenza di Siracusa.

Nel 2018 Dei senza Età, dalla culla del mito alla terra degli Etruschi al Museo Archeologico Nazionale di Ferrara, con la cura di Serena Raffiotta. E per Areacreativa 42 realizza la mostra Tra storia e mito, che si snoda tra Villa Val-lero e Villa Toesca, in residenza a Rivarolo Canavese, che ha un’appendice estiva a Capri. Realizza 30 tele per Lighea, il racconto lungo di Tomasi di Lampedusa dedicato alla sirena in collaborazione con Naxoslegge, la mostra è stata esposta in varie sedi nazio-nali e internazionali, dall’opera è stata tratta un’edizione d’arte, edita da NFC in di-stribuzione nazionale. Il suo lavoro recente I lirici greci, omaggio a Salvatore Quasimodo sempre in col-laborazione con Naxoslegge – Tradurre la bellezza, è stato esposto alla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea della Città Metropolitana di Messina, sede dell’Archivio Quasimodo e al XII Congresso Nazionale AICC – Associazione Italiana di Cultura Classica, Messina; alla Pinacoteca di Gaeta, a Santarcangelo di Roma-gna.

gALLERY

© 2019 EXHIBITIONART.IT BY FILIPPO PAPA ALL RIGHTS RESERVED P.IVA: 01269720866

error: Content is protected !!